“Magico Ariddu 2017 I.g.p.”, cambia l’etichetta non la sostanza!

Nel rispetto della Doc Sicilia è stata tolta la denominazione Grillo.

Fabio Ferracane: “Rimane sempre la qualità del prodotto!”

 

Sono 5312 le bottiglie di “Magico Ariddu 2017 I.g.p.” imbottigliate quest’anno dall’Azienda Agricola Fabio Ferracane. Da quest’anno le etichette delle bottiglie di vino prodotte da uve Grillo presentano un’importante novità in conformità con il nuovo disciplinare della Doc Sicilia. E’ stata infatti tolta la denominazione “Grillo”. “I miei vini da sempre sono stati classificati sotto la denominazione Igp, Indicazione Geografica Protetta, – spiega il vignaiolo Fabio Ferracane – e al momento ho deciso di non far rientrare i vini prodotti da uve Grillo e Nero d’Avola nell’ambito del nuovo disciplinare Doc Sicilia. Ho deciso pertanto, nel rispetto innanzitutto delle leggi in materia, di variare la denominazione in etichetta.”

Nessun cambiamento invece riguardo alla qualità del prodotto. “Il Magico “Ariddu” 2017 è sempre al tempo stesso un vino fresco e sapido grazie alla vicinanza dei vigneti alle saline di Marsala con ben 48 ore di macerazione a temperatura ambiente – precisa Fabio – che consentono la fermentazione spontanea del mosto. La vendemmia 2017 delle uve grillo è stata anticipata alla prima decade di Agosto a causa del caldo intenso che ha conferito alle uve un colore più dorato. Il risultato si è tradotto in un prodotto dal colore giallo paglierino più carico, quasi tendente all’arancio.”

Il “Magico Ariddu 2017” dunque non cambia la sostanza di un prodotto che rimane tra i top di gamma dell’Azienda Agricola Fabio Ferracane, un prodotto che lo scorso anno è andato praticamente sold-out nel giro di pochi mesi e che anche quest’anno, a inizio vendite, sta promettendo sempre ottimi risultati.

            

                                Marcello Scarpitta

                                  Ufficio Stampa